Scrimm Edizioni
“Su Messinaweb.eu si parla di noi”

Intervista a Sebastiano Mangiameli

Cosa è un libro?Il libro è Dialogo: ne è una Forma. Un Luogo. Il libro è un’Idea: che per sua natura al libro preesiste. Il libro è l’Idea che permette a noi Lettori di superare il Confine vissuto come Limite. Lo sa bene il prof. Sebastiano Mangiameli  della casa editrice Scrimm.
Scrimm, ha chiarito il prof. Mangiameli, è l’acronimo di ScritturaImmagine ed è una casa editrice che privilegia identità lontane dagli schemi del consumismo culturale.
Una Casa Editrice con l’obiettivo di condensare la sperimentazione creativa e visiva nella scrittura. E viceversa. E contribuire così a dare vita ad un Rinnovato Linguaggio, e ad un Rinnovato Atto di Lettura.
L’impegno di tale Casa Editrice che annovera tra i suoi fondatori anche la prof.ssa Arianna Rotondo, ha aggiunto, consiste nel mettere in scena sulle pagine dei nostri ebook i fantasmi più intimi delle nostre esistenze: ossia, immagini e scrittura quali nostri impalpabili ma sicuri sostegni. Immagini e Scrittura, quali nostri sicuri Luoghi: dell’Esistere. Con tale criterio, nasce la collana di Poesia: in un periodo storico in cui il sapere viene modificato nei suoi statuti. E hanno vita le collane di Arti Visive e di Fotografia, pronte a cogliere in tale mutamento costante e veloce i ritmi e i nuovi canoni. Gli stessi nuovi canoni che rispondono ad una nuova esigenza di Scrittura e che danno vita alla collana di Narrativa.
Caratterizzando così, sostiene Sebastiano Mangiameli, la nostra attività con una costante pulsione di vita: le parole che s’innervano nell’immaginario del visivo.
Scrimm intende assumere un atteggiamento critico, caratterizzato dall’attenzione e dalla curiosità verso tali originali identità: da qui la nostra scelta di investire sull’Autore. Rifiutando di trasformare il lavoro editoriale in lavoro tipografico.

Per maggiori informazioni è sufficiente collegarsi al sito www.scrimmedizioni.com.

L’intervista è stata rilasciata al notiziario dell’Associazione Messinaweb.eu, che l’ha pubblicata nella sezione News del suo sito.

 

Lascia un Commento